venerdì, 23 Febbraio , 24

Nastro d’argento a Bellucci: intensa la sua interpretazione di Callas

Premio “Protagonista dell’anno” nei documentari 2024 Roma, 23...

Sardegna, Calderoli chiama al voto ricordando rally vinto nel 1982

“Cari amici sardi questa corsa tocca a...

Schnabel (Bce): in Italia crescita tiene e calo inflazione rapido

Ma si conferma “falco” su tassi Bce:...

Dal Canavese arriva il Festival delle Contaminazioni e Ri-Generazioni

AutoprodottiDal Canavese arriva il Festival delle Contaminazioni e Ri-Generazioni

Sabato 2 dicembre e lunedì 4 dicembre 2023 idee e progetti per lo sviluppo con la chiave di lettura della sostenibilità e dedicati in particolare al mondo delle scuole

Progettare e realizzare il Canavese nel suo insieme come un vero e proprio Smart Land è l’obiettivo di Canavese2030 che ha un nuovo punto di caduta in Contaminazioni #Ri-Generazioni, in programma il 2 e il 4 dicembre a Ivrea e a Quincinetto. Contaminazioni è il festival permanente di Canavese2030 e l’evento, suddiviso in due mattinate, vedrà la sostenibilità come motore per la rigenerazione del territorio.

Primo appuntamento: sabato 2 dicembre, a partire dalle ore 10.00, i lavori saranno moderati da Francesco Antonioli, Direttore di Mondo Economico: Flussi di sostenibilità e cambiamento, questo il titolo della giornata, prevede speech e tavole rotonde per delineare il futuro dei territori attraverso la chiave di lettura della sostenibilità.

Nel corso dell’incontro pubblico istituzioni, associazioni e aziende attive nel Canavese dialogheranno con i cittadini sulle opportunità che la sostenibilità applicata al territorio sta generando, sia dal punto di vista economico, sia occupazionale.

L’obiettivo dell’incontro è fare un punto su cosa si sta facendo e cosa si farà per rendere il Canavese un luogo in cui le giovani generazioni possano e vogliano costruire il loro futuro. Troppo spesso, infatti, i ragazzi che abitano e hanno le radici nella provincia, tendono a trasferirsi nelle grandi città per cercare opportunità di crescita professionale che nei luoghi di origine non trovano.

A questo si può ovviare solo attraverso uno sforzo congiunto per creare le giuste condizioni, le opportunità, per uno concreto sviluppo del territorio.

Secondo appuntamento: lunedì 4 dicembre, a partire dalle ore 10.00, i lavori, coordinati dalla direttrice di Canavese2030 Marzia A. Vinciguerra, saranno moderati da Alberto Barbi, attore e registaScuole al centro del cambiamento, questo il titolo della mattinata in cui saranno circa 1.000 gli studenti degli ultimi due anni delle scuole superiori curiosi di capire come la sostenibilità e i green jobs possano essere un’opportunità di lavoro per il loro futuro.

Essi potranno inoltre delineare idee e progetti per il futuro del Canavese grazie alla Call for Ideas, già presentata in Contaminazioni e realizzata in collaborazione con La Sentinella del Canavese, per lavorare concretamente allo sviluppo del territorio.

“Contaminazioni nella sua versione #Ri-Generazioni vuole far comprendere l’importanza, per la co-progettazione del futuro dei territori, di soggetti attivi fondamentali come le scuole e le associazioni”, dichiara Fabrizio Gea, presidente del Think Tank “i ragazzi, seguiti dai docenti, devono sentirsi sempre più ascoltati e importanti per il futuro di un territorio non a parole ma con i fatti.

Il momento di Contaminazioni dedicato a loro, declinato con la chiave di lettura della sostenibilità, darà origine ad un metodo di lavoro continuativo per la creazione di idee e di progetti per il futuro del Canavese che si integreranno con i 30 macro-progetti di Canavese2030”.

L’articolo Dal Canavese arriva il Festival delle Contaminazioni e Ri-Generazioni proviene da Notiziedi.it.

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles